Psykoboard

IKKOS BOARD

Ikkos Board è un mezzo di trasporto nuovo, a impatto ambientale zero, rapido, facilmente riponibile. Si tratta di uno skate-board di ultima generazione, che porta il nome del vincente campione olimpionico raccontato da un romanzo presentato in Italia e all’estero. Il progetto nasce dall’intesa tra Lorenzo Laporta, scrittore, au-tore del libro “Ikkos-L’Atleta di Taranto” e l’innovativa startup Psykoboard, giovane azienda pugliese presente in pianta sta-bile nel mercato internazionale. Con l’intento comune di fare sintesi, dare valore a un prodotto di eccellenza e promuovere le buone prassi ispirate alla figura dell’atleta tarantino, il più premiato nelle olimpiadi antiche, ecco che nasce Ikkos Board. È uno skate costruito a mano con un tipo di lavorazione usata nell’ingegneria aerospaziale, il cosiddetto sistema autoclave, interamente in fibra di carbonio che conferisce leggerezza e resistenza. Le parti elettriche sono impermeabilizzate, con il motore alloggiato all’interno delle ruote e che vanta di un sitema di raffreddamento e della frenata autorigenerativa. Dal design accattivante, unico, realizzato da giovani ed esperti del settore, la tavola dedicata a Ikkos rappresenta un sistema alternativo alla mobilità, dalle spiccate caratteristiche di rapidità, maneggevolezza, semplicità nell’utilizzo, e totalmente amico della natura con emissioni zero nell’ambiente.

Terra, acqua e... spazio

Con Ikkos Board è possibile muoversi liberamente e non solo sul suolo. Infatti, con poche e semplici manovre, basta smontare ruote e motore per avere una tavola capace di trasfor-marsi in mezzo per sport alternativi come wakeboard (su acqua) e snow-board (su neve). Anche in questo caso lo sfondo territoriale, sede delle at-tività degli autori, aiuta lo sviluppo di queste attività. Il mare, da sempre meta di turisti provenienti da tutto il mondo, potrà essere vissuto anche attraverso gli sport d’ac-qua legati allo skate.
Inoltre, da sottolineare la prospettiva assolutamente futuri-stica che si pone il progetto: raggiungere lo spazio. Un obiet-tivo non impossibile, agganciando la realtà dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie, che presto sarà convertito in spaziopor-to grazie a un accordo tra Virgin Galactic, Regione Puglia e Agenzia Spaziale Italiana. Il fine è quello di portare turisti nello spazio e, perché no, munirli di skate per aumentare le capacità di flyboard e offrire un’esperienza di mobilità oltre i confini terrestri davvero ineguagliabile.
Il contesto sportivo è arricchito ulteriormente dalla candida-tura della città di Taranto a ospitare i Giochi del Mediterraneo 2025. La promozione di uno skate tarantino in un contesto così prestigioso e internazionale, potrebbe senza dubbio trovare ampio spazio e riscontro di curiosi e appassionati di sport estremi.

Chi può usarlo

Chiunque può usare Ikkos Board. La tavola con le ruote è un mezzo che appassiona e non viene sfruttato solo dai bambini, anzi. Lo skate, proprio per il suo intuitivo utilizzo e la facili-tà nel trasportarlo, può essere cavalcato da un’utenza molto vasta. Dal professionista in giacca e cravatta allo studente, dall’insegnante all’operaio, da chi ha bisogno di andare a fare la spesa o sbrigare le commissioni della vita di tutti i giorni.
Ottimo compagno di avventura per un viaggio, una vacanza o una gita fuori porta. La maniera migliore per scoprire nuovi posti, godere del panorama, andare alla ricerca dei punti di interesse, avendo la possibilità di non essere chiusi in un abi-tacolo e di percepire direttamente tutti i vantaggi di un per-corso esperienziale autentico e sano..

Mission

Tra gli obiettivi del progetto, ai primi posti spiccano la mobi-lità sostenibile, la valorizzazione e la tutela del territorio, la promozione di corretti stili di vita. Su precisa volontà degli autori di Ikkos Board, che insistono sul territorio di Taranto, la tavola può rappresentare un simbolo forte di riconversione culturale nell’utilizzo del mezzo di trasporto. Senza avere bisogno di carburante inquinante, grande spre-co di energia, fumi di scarico nocivi, lo skate è lo strumento chiave per dare letteralmente ossigeno alle città, troppo spes-so inquinate, ma anche alle piccole località per i brevi e medi spostamenti. Inoltre la mobilità “senza abitacolo” di Ikkos Board permette di godere delle bellezze che caratterizzano sia i centri urbani, ma soprattutto i tantissimi scenari che, partendo dalla Puglia, caratterizzano il territorio locale e non solo. Spostarsi a bor-do di una tavola e avere la possibilità di godere del panorama offerto dagli scorci rurali, marini e rupestri sono elementi che il progetto punta a sostenere, offrendo la possibilità di esse-re traino per nuove iniziative che rispettino l’ambiente e che prevedano il dispendio minimo di energia.

I Valori

Lo skate di Ikkos può tranquilla-mente sostituire l’automobile in città, offrendo in cambio estrema facilità d’uso, problemi zero nel cercare un parcheggio (ogni utene può portarlo con sé) e nessun tipo di emissione inquinante. Basta indossare il caschetto e mettersi alla guida di un vero e proprio mezzo di smart mobility.
Nella volontà degli autori del progetto, inoltre, un programma di diffusione dei sani valori e di un corretto stile di vita. Così come Ikkos, che nel romanzo di Laporta edito da Mandese viene raccontato come un atleta che allenava costantemente corpo e mente, anche lo skate a lui dedicato può incentiva-re l’utilizzo della mobilità sostenibile, spronare l’utente a sane passeggiate e sensibilizzarlo verso l’adozione di stili di vita corretti. A partire dall’alimentazione, passando per l’aumento della raccolta differenziata di rifiuti, al riciclo di materiali, alla filosofia legata al rispetto della natura che ci circonda. L’importanza dell’esercizio fisico, del contatto con il proprio territorio, vivendolo in prima persona, sono tra i cardini dell’in-tesa tra gli autori del progetto che puntano, oltre alla sosteni-bilità ambientale e nei trasporti, alla promozione della cultura e della tutela artistico-paesaggistica. In cantiere ci sono altri progetti, sempre legati alla bellezza e alla scoperta delle grandi risorse della preziosa zona appulo-lucana che vedono come punto di partenza la città di Taranto, antica capitale della Magna Grecia, passando per litorali costiere, campagne e altipiani, fino ad arrivare a Matera, capitale europea della cultura 2019.

News

  • Leggi l’articolo su Green.it

     

    Green.it è un portale web specializzato nella comunicazione digitale di contenuti green: tiene aggiornati su ambiente, natura, materiali, innovazione, tendenze di mercato, imprese e stili di vita sostenibili.

    Ci ha dedicato un bell’articolo e relativa intervista per far comprendere le potenzialità di Psykoboard!

    Leggilo…

  • Presenti a DigithON

    DigithON 2017 è la seconda edizione della maratona delle idee digitali che si tiene in Puglia dal 22 al 25 giugno nella suggestiva cornice della Terra d’Ofanto, tra Bisceglie e Barletta.
    Tra le novità di quest’anno c’è il progetto “A scuola di startup”, ideato e…

Gli Autori del progetto

IKKOS

Lo scrittore tarantino Lorenzo Laporta, nel 2017, ha pubbli-cato il libro “Ikkos – L’atleta di Taranto” (Mandese editore) in cui narra la storia dell’atleta che trionfa a Olimpia e che oltre agli allori sportivi ottiene un’altra grande vittoria: l’amore per una donna liberata dalla schiavitù. La narrazione, romanzata dall’autore, non si limita solo al libro, perché Ikkos rappresen-ta un’idea culturale che, partendo dalle origini magno greche, guardi al futuro.
L’idea progettuale legata al nome di Ikkos è basata sulla crea-zione di un brand innovativo e che si costruisca sui sani valori di vita personale, professionale e sportiva. È già stata realiz-zata, con questo nome, un’etichetta di vino primitivo doc (in collaborazione con Tenuta Zicari) e una linea di t-shirt (pro-dotte da DG Corporation).

PSYKOBOARD

Psykoboard è una startup innovativa nata dall’idea di semplificare la mobilità quotidiana, rispettando l’ambiente e portando il design italiano nel mondo, infatti la tavola del nostro skateboard è stato disegnato dal famoso Designer Werther Castelletti della “RRD-Roberto Ricci Design” ed è costruita totalmente a mano con un tipo di lavorazione usata nell’ingegneria aerospaziale, il sistema AUTOCLAVE, è fatta interamente in fibra di carbonio affinché possa essere leggera, resistente e persistente al tempo stesso. I motori e le parti elettriche della nostra tavola sono forniti dalla “Landwheel” grazie ad una solida collaborazione, dotati di alte prestazioni.

TECHNICAL DETAILS

PSYKOBOARD WAS HERE