Psykoboard

Anche Repubblica dà risalto al progetto IKKOS

Uno skateboard per scivolare su terra, acqua, neve e anche nello spazio. Non si tratta del sequel di Interstellar, il fantascientifico film di Christopher Nolan ambientato ai confini dell’universo, ma di un’idea dell’azienda tarantina Psykoboard diretta dal Ceo Christian Gentile che la presenterà al palazzo Viceconte di Matera in occasione del Think Tank Basilicata, uno degli eventi legati alla Capitale della cultura europea del 2019, il 30 gennaio. Il team di ingegneri dell’azienda tarantina ha creato Ikkos Board, dal nome del protagonista del romanzo Ikkos l’atleta di Taranto di Lorenzo Laporta. Si tratta di una tavola da skate che diviene un mezzo di trasporto a impatto ambientale zero. Prodotto in fibra di carbonio leggera, con una lavorazione tipica dell’ingegneria aerospaziale, il mezzo è alimentato da un motore elettrico che si può attivare via bluetooth. Smontando le ruote dalla tavola, lo skate si può usare sia in acqua che sulla neve come un comune snowboard ma anche su dei terreni che di terrestre hanno ben poco. Da qui l’idea di usarlo come un flyboard per lo spazio. E in vista della riconversione dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie in spazioporto, l’idea del team di ingegneri dell’azienda tarantina potrebbe entrare in dotazione di quei turisti che avessero voglia di planare nello spazio con un nuovo supporto tecnologico Vai Su Repubblica.it
di GIUSEPPE GABRIELI

Post A Comment